La Sublime Bellezza

La Sublime
Bellezza

Festival sul linguaggio dell’art​e n​el simbolismo femminile

Nel 1869 Dostoevskij scriveva che la bellezza salverà il mondo: noi ne siamo fermamente convinte. Nel panorama contemporaneo in cui siamo immersi abbiamo spesso la percezione di essere costretti a vivere in un tempo veloce e fluido, fatto di attenzioni epidermiche e di sguardi furtivi che si fermano su tutto ma in fondo non osservano mai nulla.

La Sublime Belle​zza vuole raccontare tutto questo

In un’epoca di social e di diffusione di massa di immagini, siamo convinte che ci sia la necessità, in linea con una più generale presa di coscienza globale su questo tema, di utilizzare lo strumento fotografico non tanto nella sua dimensione estetica, ma risalendo al suo statuto più intimo ed autentico: la fotografia è lo strumento tecnico migliore per la certificazione della propria presenza al mondo e del proprio agire. In questa prospettiva le donne, anche da un punto di vista puramente storico, hanno saputo per prime coglierne il potenziale. L’utilizzo del mezzo fotografico porta ad un fare e ad un agire che sono proprio l’esaltazione di questa forma d’arte come territorio principe della scoperta di sé e come strumento di indagine esistenziale.

Disegnare è stare in equilibrio tra evasione e realtà.
Rappresento per immagini questo filo sottile; racconto il mio mondo e qualche volta la mia felicità.

I nostri Media Partner